Per una Svizzera aperta al mondo, vincente e libera.

Impegno imprenditoriale

Il benessere dei cittadini Svizzeri è per una grande parte il risultato delle esportazioni di beni e servizi in tutto il mondo. Come imprenditori vogliamo rafforzare la Svizzera come piazza economica e creare posti di lavoro in Svizzera. Le buone relazioni con i paesi dell'UE sono importanti. Tuttavia, l'innovazione e la dinamica in altre regioni del mondo sono decisive per la nostra economia.

Successo mondiale grazie al cosmopolitismo

Nel confronto internazionale, la Svizzera è tra i migliori centri economici del mondo – grazie alla nostra apertura mondiale, alle nostre libertà economiche e alla nostra forza innovativa. Con l'Accordo Quadro tra la UE e la Svizzera, la Svizzera dovrebbe assumere il diritto del Mercato Interno in larga misura e sarebbe sincronizzata con l'UE in termini economici e politici. La democrazia diretta e il federalismo sarebbero minati e indeboliti.

Fate la differenza con noi

Vogliamo che la Svizzera continui ad esistere come paese indipendente. Solo in questo modo possiamo assicurare la nostra prosperità ed i nostri vantaggi di posizione della Svizzera. Non vogliamo che l'UE faccia le nostre leggi e che la Corte di giustizia europea sia l’arbitro nei confronti tra L’UE e la Svizzera. Aiutateci ire a motivare le autorità ed i politici svizzeri a perseguire gli interessi svizzeri ed a sensibilizzare l'opinione pubblica su questi obiettivi.

Diamo una voce alla Svizzera come luogo di lavoro

Come imprenditori e cittadini svizzeri ci impegniamo – senza scaramucce tra i partiti – per l'economia e la prosperità della Svizzera. Ci diamo un gran daffare per un rapporto di collaborazione con l'UE. La Svizzera rimarrà aperta, vincente e libera, se non dobbiamo adottare le leggi e le regole dell'UE.

L'accordo quadro indebolisce la forte posizione globale della nostra economia, limita i diritti dei nostri cittadini e mette in pericolo il modello di successo della Svizzera.
Dott. Hans-Jörg Bertschi
Presidente del CdA Bertschi Group, imprenditore, apartitico
Vogliamo determinare noi stessi i termini politici in Svizzera. Vogliamo tutte le possibilità di essere diversi.
Prof. Dott. Martin Janssen
CEO e presidente del CdA Ecofin Group, imprenditore, economista, apartitico
Fondamentalmente non c’è nulla da obiettare a un accordo quadro per l’applicazione della legge. Per proteggere la nostra sovranità, non dobbiamo però mai accettare la procedura di arbitrato con la supremazia della Corte di giustizia dell’Unione europea.
Peter Spuhler
Imprenditore, Executive Chairman di Stadler Rail AG, UDC
Qualsiasi accordo deve essere basato sulla reciprocità. Se viene firmato sotto minaccia, non va bene.
Dott. Roberto Grassi
CEO Fidinam Group e presidente del CdA Falcon Private Bank

Continuate con noi la storia del successo svizzero. Secondo le vostre possibilità.

Vi teniamo aggiornati

Chi si oppone all'accordo quadro non avrebbe idea di quale alternativa la Svizzera possa offrire all’UE – questa è una contestazione che i sostenitori fanno spesso. autonomiesuisse ritiene, innanzitutto, di dover aggiungere che molti...

Continua a leggere

Il nervosismo dei sostenitori dell’accordo quadro con l’UE sta crescendo. Il presidente della Confederazione Parmelin, infatti, ha intenzione di recarsi a Bruxelles il 23 aprile, accompagnato dal consigliere federale Cassis. Non è ancora chiaro...

Continua a leggere